Collegamenti sponsorizzati

Surrogazione mutuo

Surrogazione mutuo, il mutuo cambia casa

Quando parliamo di surrogazione mutuo ci riferiamo all’operazione attraverso il quale si rende possibile spostare il nostro mutuo presso una banca differente, in grado di offrire migliori condizioni e, dunque, offrendoci la possibilità di farci risparmiare qualche euro. In questa pagina, dunque, approfondiamo gli aspetti tecnici e normativi del processo di surrogazione mutuo
Surrogazione mutuo, il mutuo cambia casa Collegamenti sponsorizzati

La legge n.40 del 2 aprile 2007, la cosiddetta Legge Bersani, ha previsto, in tema di mutui, la possibilità di svolgere l’operazione di surrogazione mutuo. Ma cosa intendiamo con surrogazione mutuo? Con il termine surrogazione mutuo intendiamo la possibilità per il mutuatario, ovvero per il soggetto che ha richiesto il mutuo, di trasferire il suo debito ad un altro istituto di credito, in grado di offrirli migliori condizioni sia per quanto riguarda i tassi d’interesse applicati sia per quanto riguarda la durata del finanziamento stesso.
A livello normativo, prima della Legge Bersani, l’operazione di surrogazione mutuo si poteva ugualmente svolgere, ma implicava una serie di fattori che la rendevano comunque burocraticamente inconveniente, in quanto bisognava cancellare la vecchia ipoteca ed iscriverne una nuova. Le novità introdotte dalla legge Bersani in materia di surrogazione (cliccando sul link il sito internet del Parlamento, dove nella sezione “Leggi”, cliccando su “Indice delle Leggi”, potremo consultare l’intero testo della legge n.40 del 2 aprile 2007) riguarda la possibilità di trasferire il mutuo, mediante un unico contratto e soprattutto senza sostenere costi, spese aggiuntive, penali e altri oneri di qualsiasi natura. A livello giuridico tale operazione si rende possibile facendo ricorso all’articolo 1202 del Codice Civile che disciplina la cosiddetta “surrogazione per volontà del debitore” (cliccando sul link il sito internet Testolegge.com, dove cliccando sul link “Codice Civile” e inserendo nel pannello di ricerca 1202, potrete consultare, appunto, il relativo articolo).

Vista la normativa, passiamo ora agli aspetti più tecnici del processo di surrogazione mutuo e vediamo passo per passo come fare nel caso in cui fosse nostra intenzione richiedere la surroga del mutuo (cliccando sul link l’articolo di Info-finanziamenti.it, dove tra l’altro troverete anche una serie di link a siti di istituti che presentano buone offerte di surrogazione mutuo). Il cliente richiede in forma scritta alla nuova banca di acquisire dal vecchio istituto di credito, il valore del debito ancora da estinguere, fornendo anche una possibile data in cui si può formalizzare l’operazione di surrogazione mutuo. La banca originaria, quindi, deve comunicare alla nuova banca entro 10 giorni lavorativi dalla ricezione della richiesta, l’entità del debito residuo, confermando la data di formalizzazione dell’operazione. Successivamente, il nuovo istituto di credito, procede con l’operazione di surrogazione, formalizzando in un “atto unico” i seguenti elementi:
•    Contratto di mutuo tra nuova banca e cliente
•    Quietanza di pagamento rilasciata dalla banca originaria
•    Consenso alla surroga e annotazione della surroga stessa a margine dell’ipoteca originaria

Per quanto riguarda  le spese da sostenere, infine, abbiamo già detto che la legge Bersani ha annullato qualsiasi onere e l’unica cosa che si deve pagare sono le spese notarili che, però, spesso la nuova banca decide di accollarsi. Prima di chiudere ricordiamo che la legge Bersani prevede molteplici novità in materia di mutui, tra cui anche l'estinzione anticipata.

Stampa, invia via email, segnala nei tuoi social network
OkNotizie



Lascia un commento su questa pagina:

Inserisci le due parole che trovi nel box sottostante:

Collegamenti sponsorizzati

Argomenti Correlati

Mutuo acquisto casa

Tra le varie finalità che ci possono essere dietro l'accensione di un mutuo, ...


Cerca nella tua Regione
Cerca nella tua Provincia
Collegamenti sponsorizzati

Questo sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Leggi informativa

Chiudi e accetta